Menù
statuto sociale degli Amici del Corni
DENOMINAZIONE - SCOPO - PATRIMONIO
Art. 1 - Costituzione, denominazione e sede
E' costituita in Modena, presso l'IPSIA "F.CORNI" di Modena in via Tassoni, n° 3, l'associazione denominata "AMICI DEL CORNI" di Modena. Essa è regolata dal presente Statuto e, per quanto questo non disponga, da codice civile e dalle vigenti leggi in materia.

Art. 2 - Scopi e attività
L'Associazione non ha fine di lucro. Essa ha lo scopo di favorire e promuovere:
  1. la valorizzazione e lo sviluppo della cultura tecnico-professionale nelle sue diverse discipline, articolazioni e manifestazioni, in Modena e provincia;
  2. il recupero e la diffusione della storia dell'Istituto "F. Corni" e del suo fondatore.
Per il raggiungimento dei predetti scopi, l'Associazione favorisce:
  1. il contatto più frequente ed attivo dei suoi soci con i docenti, gli studenti e gli Organi Collegiali degli Istituti Scolastici "F. Corni" di Modena per sostenerne le attività
  2. la pubblicazione di periodici e/o numeri unici
  3. la promozione di conferenze, convegni, incontri
  4. la promozione di premi e borse di studio per studenti meritevoli e/o bisognosi
Per lo svolgimento delle suddette attività, l'Associazione può avvalersi sia di prestazioni retribuite sia di prestazioni gratuite

Art. 3 - Risorse economiche
  1. Il patrimonio è costituito:
    1. dalle quote sociali;
    2. dalle entrate eventualmente derivanti da iniziative culturali o di ricerca;
    3. da beni mobili ed immobili che diverranno eventualmente di proprietà dell'Associazione;
    4. da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
    5. da eventuali erogazioni e contributi pubblici o privati, donazioni o lasciti;
    6. da altre fonti.
  2. Detto patrimonio non può essere ripartito fra i soci né durante la vita dell'Associazione, né all'atto del suo scioglimento.
  3. L'esercizio finanziario dell'Associazione si chiude al 31 Dicembre di ogni anno. Alla fine di un ogni esercizio saranno predisposti dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio. Il bilancio consuntivo viene sottoposto all'approvazione dell'Assemblea dei soci entro il mese di Febbraio

ORGANI
Art. 4 - Soci
  1. Il numero dei soci è illimitato
  2. Possono essere soci ordinari gli ex-presidi, gli ex-insegnanti, gli ex-alunni e l'ex-personale non docente degli Istituti scolastici "F.Corni" di Modena.
  3. La qualità di socio è personale e non trasferibile. Gli aspiranti soci devono presentare domanda di ammissione al Consiglio Direttivo, impegnandosi ad osservare le norme del presente Statuto.
  4. Sono soci onorari quelle persone che, avendo acquisito particolari benemerenze di ordine culturale, sociale, finanziario a favore dell'Associazione, siano proclamati tali per decisione unanime del Consiglio Direttivo.
  5. I soci ordinari sono tenuti a pagare la quota associativa secondo l'ammontare e le modalità stabilite dal regolamento che verrà approvato dalla prima Assemblea dei soci. La partecipazione all'Associazione si intende rinnovata di anno in anno. La qualità di socio si perde per decesso, per dimissioni, o per esclusione conseguita per gravi motivi. Le dimissioni dovranno essere presentate per iscritto al Consiglio Direttivo; del pari potrà essere considerato dimissionario il socio che non abbia provveduto al versamento della quota annuale. L'esclusione, invece, sarà deliberata dall'Assemblea per indegnità o per altri gravi motivi, su proposta del Consiglio Direttivo.
  6. Le modalità di partecipazione dei soci alle attività dell'Associazione sono definite dal regolamento, nel quale pure potranno essere previste distinte sezioni, in conformità con i vari interessi ed impegni dei soci.

Art. 5 - Organi dell'Associazione
Sono organi dell'Associazione:
  1. Assemblea dei soci
  2. Consiglio Direttivo
  3. Revisori dei conti
Le cariche associative sono ricoperte a titolo gratuito

Art. 6 - Assemblea
  1. I soci sono convocati in assemblea dal Consiglio direttivo, mediante avviso esposto presso la sede, almeno quindici giorni prima della data fissata e/o con altre eventuali forme di comunicazione decise dal Consiglio stesso.
  2. L'assemblea deve essere pure convocata dal Consiglio su domanda firmata da almeno un terzo degli associati, con indicazione dell'ordine del giorno.
  3. L'assemblea deve essere convocata in Modena, anche fuori della sede sociale.
  4. Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con le maggioranze previste dall'Art.21 c.c.

Spetta all'assemblea:
  1. fissare l'indirizzo generale ed i programmi di massima dell'associazione
  2. eleggere le cariche sociali
  3. approvare il bilancio consuntivo
  4. approvare eventuali modifiche allo Statuto
  5. approvare il regolamento che disciplina il funzionamento dell'Associazione stessa, la cui osservanza è obbligatoria per tutti i soci
  6. decidere sugli argomenti demandati alla stessa dal consiglio Direttivo

Hanno diritto di intervenire all'assemblea tutti i soci in regola con il pagamento della quota vigente d'Associazione, nonché i soci onorari.
Ogni socio ha diritto ad un voto. Ogni socio può farsi rappresentare da un altro socio, anche se membro del consiglio, eccezion fatta in questo caso per l'approvazione dei bilanci e le deliberazioni in merito alla responsabilità degli amministratori. La stessa persona non può rappresentare che un solo socio.
L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo; in sua assenza da persona nominata dall'Assemblea.
Il presidente dell'Assemblea nomina un Segretario e, se lo ritiene necessario, due scrutatori. Spetta al Presidente dell'assemblea costatare la regolarità delle deleghe ed in generale il diritto di intervenire all'assemblea.
Delle riunioni dell'assemblea si redige verbale firmato dal Presidente, dal segretario ed eventualmente dagli scrutatori.

Art. 7 - Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è formato da un minimo di nove membri ad un massimo di quindici, nominati dall'Assemblea dei soci fra i soci medesimi.
I membri del C.D. rimangono in carica tre anni e sono rieleggibili.
Il C.D. nomina al suo interno un Presidente, un Vice-Presidente, un Segretario, un Tesoriere.
Fanno parte di diritto del C.D. il dirigente scolastico del'IPSIA "F. Corni", prof.Gino Malaguti, e il dirigente amministrativo dell'IPSIA "F. Corni", rag. Franca Barbolini.
Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio. Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga opportuno o ne sia fatta richiesta da almeno un terzo dei suoi membri, e comunque almeno una volta all'anno per deliberare in ordine al consuntivo e preventivo. Per la validità delle deliberazioni occorre il voto della maggioranza dei presenti. In apposito registro verrà redatto, a cura del Segretario, il verbale di ogni riunione del Consiglio, che sarà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario stesso.
Al Consiglio Direttivo spetta:
  1. curare l'esecuzione delle delibere dell'Assemblea
  2. predisporre il bilancio consuntivo
  3. provvedere agli affari di ordinaria amministrazione, compresa la determinazione della quota associativa

Art. 8 - Il Presidente
Il presidente ha il compito di presiedere il Consiglio Direttivo e l'Assemblea.
A lui è attribuita la rappresentanza dell'Associazione di fronte a terzi e in giudizio.
Cura l'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo e, nei casi di urgenza, può esercitarne i poteri, salvo ratifica di questo alla prima riunione del Consiglio stesso.
In caso di sua assenza o impedimento le sue funzioni spettano al Vice-Presidente e/o al Segretario.

Art. 9 - Il segretario
Il Segretario redige i verbali delle sedute del Consiglio, ordina l'Archivio dell'Associazione, cura la corrispondenza.

Art. 10 - Il Tesoriere
Il tesoriere cura la tenuta della contabilità e la redazione del bilancio.

Art. 11 - Revisori dei conti
Il Comitato dei Revisori costituito da tre membri effettivi e da un membro supplente, eletti dall'Assemblea tra i soci, dura in carica tre anni.

MODIFICHE – SCIOGLIMENTO – LIQUIDAZIONE
Art. 12 - Modifiche – Scioglimento – Liquidazione
La modificazione del presente Statuto dovrà essere deliberata dall'Assemblea con la presenza di almeno tre quarti dei soci e con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti.
Nelle medesime forme dovrà essere disposta la liquidazione dell'Associazione, la nomina del liquidatore o dei liquidatori, la devoluzione del patrimonio sociale e, all'esaurimento di tali operazioni, lo scioglimento.

Art. 13 - Devoluzione
Il patrimonio sociale dovrà essere devoluto, anche per frazioni separate, con preferenza ad Enti Pubblici aventi finalità analoghe o compatibili con quelle dell'Associazione.

Art. 14 - Controversie
Tutte le eventuali controversie tra soci, tra questi e l'Associazione o i suoi organi, in ordine all'oggetto o all'attività sociale, all'interpretazione dello Statuto od alla qualità di socio, saranno sottoposte, con esclusione di qualsiasi altra giurisdizione, alla competenza di tre probiviri, da nominarsi dall'Assemblea, i quali giudicheranno pro bono età aequo, senza formalità di procedura.


Il presente Statuto è stato approvato dalla prima Assemblea dei Soci, in data 29 Aprile 1999, come da verbale allegato.
cellulare 338 7736584
oppure presso l'ITIS F.CORNI in largo Moro, 25
Viale Tassoni, 3 - 41100 Modena
Tel. 059 400735 - email: info@amicidelcorni.it
Sito realizzato da